Battle Ropes: l’allenamento con le funi navali

 In Esercizio della settimana
trainup-battle-ropes-allenamento-funi-navali

Oggi conosceremo meglio le Battle Ropes: indispensabili per ogni allenamento funzionale che si rispetti, le funi navali sono divertenti e coinvolgono più gruppi muscolari di quanto si pensi.

Da dove nascono le Battle Ropes

Probabilmente lo sai già: l’uso delle funi navali è molto diffuso negli allenamenti dei militari e dei boy scout statunitensi, contesti in cui esercitarsi all’aria aperta è quasi la regola e le rope sono utilizzate anche per l’arrampicata.

Circa vent’anni fa, John Brookfield, in cerca di un allenamento “diverso”, le ha montate nel suo giardino, legandole ad un anello. Il loro successo è stato tale che oggi sono un elemento fondamentale dell’allenamento funzionale, e grazie alla loro diffusione non è difficile trovare modelli che possono essere utilizzati anche a casa.

banner-5

Migliorano la resistenza di braccia e avambracci, e attivano tutti i muscoli coinvolti nella core stability.

I benefici delle funi navali

Forza, rapidità e potenza sono i tre aspetti che Johm Brookfield cercava di stimolare quando ha ideato questo tipo di allenamento. Ma quello che ha ottenuto va ben oltre gli obiettivi iniziali: le oscillazioni con le funi navali, infatti, migliorano la resistenza di braccia e avambracci, e attivano tutti i muscoli coinvolti nella core stability, dagli addominali ai glutei al pavimento pelvico, oltre ad affinare le capacità di presa.

Ma non solo: si registra un notevole miglioramento delle capacità di concentrazione e un forte dispendio calorico grazie all’alta intensità dell’allenamento. Risultano quindi un modo divertente e non banale per aumentare la massa magra, tonificare diversi gruppi muscolari e svuotare la mente, niente male no?

Come usare le battle ropes

Esercitarsi con le funi è facile: basta posizionarsi a una certa distanza dall’anello (10 o 15 metri per le funi classiche),:in piedi, con le gambe divaricate a distanza fianchi, le punte dei piedi in avanti e le ginocchia leggermente piegate. Afferrare le due estremità delle corde con i palmi rivolti verso il basso, muovere le braccia alternandole, e disegnare movimenti ampi a ritmo elevato producendo delle oscillazioni ritmiche.

All’esercizio base possono poi essere affiancate diverse varianti: muovendo le braccia insieme mentre si esegue uno squat, o alternandole ma tenendo le mani sopra la testa, o ancora spostandosi lateralmente mentre si muovono le braccia. I migliori risultati si ottengono allenandosi ad alta intensità, con pause brevi e coordinando con attenzione il movimento degli arti.

I migliori risultati si ottengono allenandosi ad alta intensità, con pause brevi e coordinando con attenzione il movimento degli arti.

Dove trovare le funi

Dato il loro successo, le battle ropes sono molto diffuse e non è affatto difficile trovarle, anche nei negozi di attrezzature sportive low cost o sulle piattaforme di eCommerce più conosciute. Tuttavia, proprio perché è particolarmente facile acquistare le funi, diventa più importante fare attenzione al modello che stai per acquistare.

Ropes di cattiva fattura, infatti possono provocare danni a causa di movimenti sbagliati, specie se le impugnature non offrono un buon grip. O ancora, i modelli casalinghi potrebbero non offrire performance adeguate a causa della lunghezza o del peso delle funi, che deve attestarsi intorno ai 18 chilogrammi. Attenzione quindi alla qualità del prodotto, sia per evitare posizioni scorrette, sia per allenarci in modo davvero proficuo.

banner-5
Post recenti
0